Dentro casa e appena fuori

 

Domenica scorsa ho partecipato alla presentazione di un libro, un romanzo. Il romanzo si intitola Dentro Casa E Appena Fuori. L’autore è Giuseppe Laino. Ho avuto il piacere e l’onore di leggere e apprezzare il romanzo prima della pubblicazione. Dentro Casa E Appena Fuori mi è piaciuto da subito. Il titolo, intendo. Anche il resto, certo, ma il titolo è una chicca. Il titolo, in un romanzo, è importantissimo. Prendi per esempio La Solitudine Dei Numeri Primi: la metà del successo di quel libro, ne sono certo, è dovuto al titolo.

Ieri il titolo mi è tornato in mente. Dentro Casa sono io, più o meno sereno e tranquillo, affaccendato nelle faccende mie quali per esempio vincere al gioco on-line del Carrefour oppure capire come far durare di più la batteria del mio smartphone; Appena Fuori, a cento metri in linea d’aria dal mio appartamento, è in corso una guerra tipica dei nostri tempi e nei nostri luoghi: da una parte i lavoratori e dall’altra i titolari della ditta. Il campo di battaglia è il tetto del capannone. Striscioni alle finestre. Lacrime, grida, ambulanze. Di tutto quel che succede Appena Fuori, qua, Dentro Casa, so poco o niente. La prossimità non ha bucato la bolla di indifferenza nella quale mi ritrovo a galleggiare. Qualche titolo di giornale, niente più. Ho saputo qualcosa non perché abbia letto il giornale, ma perché ho letto il labiale di un giornalista, un amico. Era proprio nei pressi del capannoni, così, terminata la cronaca, gli ho suggerito una deviazione a casa mia per un tè. E per un resoconto di quanto stesse succedendo Appena Fuori.

Non sono orgoglioso del mio menefreghismo. Al contrario. Mi verrebbe da inviare a mezzo blog la solidarietà a quei lavoratori, ma non lo faccio. Mi sentirei ipocrita. Nemmeno loro, del resto, invierebbero solidarietà a me per le mie continue sconfitte al gioco on-line del Carrefour. Siamo pari, ognuno in fondo spericolatamente perso dentro i fatti suoi.

                                                                      Rob

 23 novembre 2012

            

        

        

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>