Chi sono

Mi chiamo Giuseppe Laino e sono nato a thesis-proposal/ Trecchina in provincia di Potenza il 16 gennaio 1952. Sono sposato e ho due figli. Ho lavorato da operaio in fabbrica dal 1967 al 1973. Nello stesso periodo mi sono diplomato come perito chimico tintore presso l’ITIS serale Cipriano Facchinetti di Busto Arsizio. Contemporaneamente sono stato attivo come delegato sia in vari consigli di fabbrica sia nel movimento organizzato dagli studenti delle scuole serali. Nel 1975 sono stato eletto consigliere comunale a Fagnano Olona come Indipendente di Sinistra nelle liste del Partito Comunista Italiano.
Di seguito ho sempre vissuto attivamente la vita politica locale – sempre dalla parte della minoranza – contribuendo, tra l’altro, a realizzare vari giornalini locali su cui ho scritto numerosi articoli, prima a Solbiate Olona e poi a Ferno. Nel 1981 mi sono laureato in filosofia alla Statale di Milano – relatore Emilio Agazzi – con una tesi su Rosa Luxemburg (Problemi teorici e politici dell’organizzazione di massa in Rosa Luxemburg). Assunto a tempo indeterminato nella scuola pubblica, ho insegnato laboratorio di chimica organica dal 1976 al 2000 e, insieme per quattro anni, anche letteratura italiana e storia in un Istituto Professionale Parificato per Odontotecnici.
Sono stato iscritto al Partito Comunista Italiano per pochi anni e solo a partire dagli ultimi tempi della segreteria Berlinguer. Mi sono poi iscritto a Rifondazione Comunista il giorno dopo la scissione operata da Cossutta. Dal 2000 al 2003 sono stato Presidente del Comitato Politico Provinciale di Rifondazione Comunista a Varese. Dal 2004 non ho più tessere di partito.
Nel 2009 ho pubblicato, presso Edizioni Clandestine Luoghi e modi del comune. Per una critica della democrazia verso un futuro consapevole, con una postfazione di Mario Agostinelli. In questo saggio tratto di dignità, lavoro, Stato e democrazia. Ho poi scritto due romanzi, Dove son nato non lo so (il titolo è tratto da La luna e i falò di Cesare Pavese) e Dentro casa e appena fuori. Ne sto scrivendo un terzo. Nei miei progetti i tre romanzi dovrebbero delineare un’unica vicenda suddivisa inPassato, Presente e Futuro.
Nel 1978 mi sono sposato con Lorenza e nel 1981 sono nati Elisa e Federico, due splendidi gemelli. Vivo a Ferno in provincia di Varese, per mia sfortuna a ridosso dell’aeroporto di Malpensa ma per mia fortuna circondato da affetto.
A mia moglie devo l’amore che nutro per la natura e per il trekking. Appena ci è possibile siamo per sentieri. Spesso per montagne.
Sono vegano e, per quanto mi è possibile, cerco di ridurre al minimo la traccia che lascerò su questa meravigliosa terra.

Questo era quanto scriveva di sé Giuseppe, per raccontarsi a chi si trovava a navigare per scelta o per caso tra le pagine questo sito.

Purtroppo all’inizio del 2013 a Giuseppe è stato diagnosticato un male incurabile. Consapevole fin dall’inizio che le speranze di guarigione erano pressoché inesistenti, ha comunque affrontato la malattia con coraggio insieme alla sua famiglia. Anche in questa occasione ha voluto condividere le sue esperienze, raccontando le varie fasi della malattia, così da poter essere utile a quanti si fossero trovati nelle sue condizioni. Ci ha lasciati il 19 febbraio 2014.
Il mio nome è Lorenza, con Giuseppe ho condiviso quarant’anni di cammino, le scelte di vita basate sul rispetto della natura e l’amore per gli animali, la passione per la montagna, il trekking e tanto altro ancora. Mi occuperó di mantenere in vita questo sito, per quel che mi consentiranno le mie capacità, e www.essaywritingservicerapid.com continuerò a sperare nel contributo di quanti vorranno collaborare per arricchirlo.

Bec d'Ovaga

4 risposte a Chi sono

  • nicola72 scrive:

    ultimo in senso cronologico e come importanza ovviamente….tu sei ricordato molto vedo e ciò mi rallegra!!!!

  • nicola72 scrive:

    ho seguito e sto seguendo il tuo consiglio, scrivere per chiarificare soprattutto a me stesso…spesso nei miei scritti che non so se mai pubblicherò…se avrò l’occasione, penso a quello che mi dicevi anche per raffinare il mio pensiero, come dire, i valori che ci univano erano gli stessi, ci dividevano le idee…le modalità per metterli in atto ma eravamo entrambi in conflitto…spero adesso tu stia bene, ho visto il tuo nuovo libro a Stresa….ero felice, ti sembrerà strano ma io pur aavendoti conosciuto poco ti penso molto….ciao nicola
    p.s. ho la presunzione di credere che tu legga…non so come non so se c’entra l’aldilà o altro…ciao ancora forse dall’ultimo dei tuoi amici ma comunque amico

    • Balice Nicola scrive:

      Grazie Nicola, mi fa piacere che Giuseppe continui ad essere vivo nei pensieri dei suoi amici e continui a stimolare il loro lavoro.
      Sicuramente lui ti stimava molto e anche se non eravate sempre d’accordo, era per lui un piacere avere un confronto con le tue idee.
      Penso che sia giusto che tu continui a scrivere.
      Oggi, in questa società in cui molti parlano a vanvera, chi ha qualcosa di serio e di importante da dire non può tacere.
      Ti mando un affettuoso saluto e ti ringrazio ancora anche a nome di Giuseppe.
      Lorenza, 31.08.2015

  • Grazie , Lorenza
    per mantenere questo emozionante luogo d’incontro fra persone , i loro pensieri e le loro azioni .

    Alessandro

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>